Occupare suolo pubblico per l'apertura di cantieri e per svolgere attività di scarico merci e traslochi

Occupare suolo pubblico per l'apertura di cantieri e per svolgere attività di scarico merci e traslochi

Chiunque intende occupare temporaneamente suolo pubblico per l'apertura di un cantiere e per svolgere l'attività di scarico merci e traslochi deve presentare domanda di concessione per l'occupazione di suolo pubblico come previsto dal Regolamento comunale. 

Per l'apertura di un cantiere occorre indicare il procedimento edilizio di riferimento (permesso di costruire, segnalazione certificata di inizio attività, ecc.), la cui istruttoria deve essere stata conclusa con esito positivo da parte dell'ufficio tecnico.

Approfondimenti

Occupazione urgente di suolo pubblico

Soltanto in  presenza di ordinanza che evidenzi una situazione di pericolo all'incolumità pubblica e sia quindi richiesta l'immediata l'esecuzione dei lavori, si procede all'occupazione prima del conseguimento del provvedimento di concessione o autorizzazione. In tale caso la ditta che effettua materialmente l'occupazione, deve dare immediata comunicazione alla Polizia Municipale che provvede ad accertare se sussistano le condizioni di urgenza e a rilasciare la concessione.

La richiesta di occupazione va presentata a sanatoria tramite portale, allegando il verbale della polizia municipale.

La mancata comunicazione o l’inesistenza delle condizioni che hanno determinato l’occupazione d’urgenza comporta l’applicazione delle sanzioni previste dall’articolo 33 del Regolamento.

In Comune di Cervia…

La pratiche di occupazione suolo pubblico per cantieri devono essere presentate allo Sportello Unico Attività Produttive dal sito di Lepida.

Puoi trovare questa pagina in

Ultimo aggiornamento: 23/12/2020 11:35.35